Vitamina D dal sole e dagli alimenti


Facciamo un po’ di chiarezza sulla vitamina D.

Cominciamo col dire che si tratta di un gruppo di 5 (D1, D2, D3, D4, D5) secosteroidi che hanno il compito di favorire l’assorbimento di minerali importanti come il calcio, il fosfato e il magnesio.

Il nostro organismo è capace di produrre da solo la vitamina D a livello della pelle, utilizzando il colesterolo, grazie all’esposizione alla luce del sole. Tuttavia, possiamo reperirla anche attraverso l’alimentazione, per lo più attraverso cibi di provenienza animale: pesci come il salmone, l’anguilla, il tonno; il fegato bovino; le uova; i formaggi (soprattutto quelli più grassi); alcuni funghi.

Prodotta dalla pelle o assunta con alimentazione, viene attivata dall’intervento di fegato e reni.

Dopo aver promosso l’assorbimento del calcio nell’intestino, la vitamina D ha anche l’importantissimo compito di depositare e mantenere il calcio nelle ossa.