Reset metabolico: 14 giorni per far ripartire il metabolismo e perdere peso

Aggiornamento: 17 gen


A meno che non si abbiano particolari condizioni di salute, concedersi giorni di festa e mangiare cibi gustosi, panettoni e dolci è importante. Il cibo non è solo sostentamento, è convivialità. Quest’anno, in modo particolare, avevamo tutti bisogno di recuperare le tradizioni delle feste, stare insieme a tavola, mangiare tutti i cibi della tradizione e assaggiare ogni dolcetto preparato da amici e parenti. Può darsi, però, che nei giorni successivi ci si senta un po’ appesantiti o che si notino segni di affaticamento metabolico: mal di testa, difficoltà a dormire, mani e piedi gonfi. Evitiamo di ricorrere a diete e rimedi fai da te. Il rischio è sempre lo stesso: non fornire elementi fondamentali al nostro organismo, rallentare il nostro metabolismo e innescare l’effetto yo-yo. In situazioni come questa l’unica cosa da fare è sottoporci ad un breve periodo di depurazione con un piano nutrizionale mirato. Una dieta specifica per disintossicare i nostri organi e riportare il nostro metabolismo al giusto funzionamento, perdendo anche qualche chilo. Al Centro Metis abbiamo realizzato un nuovo protocollo nutrizionale per questa specifica esigenza. Il protocollo alimentare del reset metabolico è un piano nutrizionale della durata di 14 giorni che ha lo scopo di alleggerire il lavoro degli organi in caso di affaticamento metabolico. Un metabolismo rallentato presenta segnali precisi:

  • gonfiore a mani, gambe e piedi

  • disturbi del sonno

  • spossatezza

  • mal di testa

  • gonfiore addominale

  • mancanza di concentrazione.

Durante i 14 giorni vengono dapprima eliminati dalla dieta alcuni alimenti che richiedono molto impegno da parte del nostro metabolismo, alleggerendo un po’ il lavoro degli organi che potrebbero essere un affaticati. Successivamente vengono reintrodotti gradualmente tutti gli alimenti. Dopo 14 giorni si ritorna ad un piano nutrizionale normale.