Disbiosi intestinale: sintomi, cause e diagnosi.


Nel nostro intestino vivono miliardi di batteri, appartenenti a circa 500 differenti specie: sono la flora intestinale, o microbiota. Dal loro equilibrio dipende il benessere del nostro apparato digerente.

Parliamo di disbiosi in presenza di un’alterazione degli equilibri e della composizione della flora batterica intestinale.

Si manifesta con una serie di disturbi dell’apparato gastrointestinale:

cattiva digestione e alterazione del transito intestinale;

stitichezza o diarree frequenti;

meteorismo, colon irritabile, irregolarità intestinale;

senso di gonfiore e tensione addominale;

malessere e indisposizione;

alitosi;

disturbi del sonno, astenia e cambiamenti dell’umore;

candidosi, cistiti, vaginiti;

maggiore suscettibilità alle infezioni e diminuzione delle difese immunitarie.

Sono molte le possibili cause della disbiosi. Tra le più comuni evidenziamo:

intolleranze alimentari;

cattive abitudini alimentari;

dieta povera di fibre;

dieta iperproteica o iperlipidica;

stress;

terapie farmacologiche;

carenze vitaminiche;

malassorbimento dei nutrienti;

infiammazione cronica.

Un semplice test delle urine può rilevare la condizione di disbiosi e quale tratto dell’intestino sia interessato dall’alterazione, consentendo di individuare la terapia migliore.