Cistite: i cibi giusti in fase acuta e come prevenire recidive

Aggiornamento: apr 22


Esistono molti rimedi naturali per alleviare i sintomi della cistite, aiutare la guarigione e prevenire recidive. Questi rimedi non sono alternativi alle cure indicate dal proprio medico, ma sono un importante supporto durante la fase acuta, un aiuto per l’organismo e uno stimolo per le difese organiche.


Generalmente viene consigliato di bere circa due litri di acqua al giorno per indurre un lavaggio delle vie urinarie. Una parte dell’acqua potrebbe essere sostituita da decotto di camomilla con un po’ di succo di limone e nessun dolcificante: la camomilla avrà azione antispastica e disinfettante, l’acido citrico contrasterà l’alcalosi urinaria indotta dai batteri. Sarà necessaria anche una drastica riduzione degli zuccheri semplici, compresa la frutta. Sono consigliati invece i frutti di bosco e la melagrana.


CIBI INDICATI NELLA CISTITE Riso con radicchio trifolato; riso con verza o cavolo cappuccio; polenta con olio extravergine di oliva; patate al prezzemolo; bruschetta con salsa di alici e aglio; petto di tacchino con prezzemolo aglio e olio; brodo di pollo; cipolla cruda; broccoli ripassati; cavolfiore ripassato; borragine lessa; cicoria lessa o ripassata; yogurt.


CIBI CONTROINDICATI NELLA CISTITE Pomodoro, dolci, cipolle cotte, frutta (con eccezione dei frutti di bosco),besciamelle, burro, formaggi e latticini (con eccezione dello yogurt).


PREVENZIONE Sarà opportuno realizzare un programma alimentare che aumenti la vitalità organica, garantendo equilibri metabolici e facilitando i processi di detossificazione, e che preveda l’impiego di alimenti ad azione antimicrobica (aglio, cipolla, peperoncino, aceto di vino, zenzero). Consigliabili anche il succo di mirtilli, la tisana di malva, equiseto e gramigna, l’impiego di d-mannosio, uno zucchero semplice che impedisce l’adesione dei germi patogeni alle cellule epiteliali delle vie urinarie.


Lo schema alimentare sopraindicato è fornito a titolo di esempio, ma si ricorda che una soluzione nutrizionale è efficace se personalizzata, quindi formulata sul singolo individuo e sulla sua condizione metabolica, stato di salute ed esigenza nutrizionale. Inoltre, ogni alimento sopraindicato è sconsigliato in caso di allergia o intolleranza specifica e patologie che ne vietino l’assunzione. E' importante tenere a mente che nessuna informazione, per quanto accurata, può sostituire il rapporto medico–paziente.