4 ricette per il mal di primavera

Aggiornamento: apr 22


Se con il cambio di stagione avvertite un po’ di stanchezza, come sempre l’alimentazione giusta potrà fare la differenza. Infatti, con l’aumento delle ore di luce si verificano delle variazioni ormonali. Alcuni lo chiamano “mal di primavera” e il proverbio recita “aprile dolce dormire”. Allora facciamo il pieno di vitamine e sali minerali con zuppe e minestre di legumi e cereali, verdure e ortaggi a volontà. La sera non facciamoci mancare il nostro prezioso alleato, il triptofano (pasta, legumi, latte, uova...), precursore della serotonina, che ci aiuterà a trovare benessere e rilassatezza. Vi lascio qualche buona ricetta. Vellutata di piselli: soffriggere della cipolla con olio extravergine di oliva e aggiungere i piselli sgusciati (150g a persona); a cottura ultimata frullare. Minestra primavera (ingredienti per una persona): cipolla, aglio, 100g piselli freschi, 100g di fave fresche, 1 carciofo, olio extravergine di oliva, sale. Preparazione: versare in una casseruola un fondo abbondante di olio extravergine e far rosolare aglio e cipolla. Aggiungere i piselli, le fave e i carciofi puliti e tagliati a fette sottili e ricoprire con 300ml di acqua bollente. Non aggiungere sale in cottura. Cuocere a fuoco lento per 20 minuti. A cottura ultimata aggiungere un filo di olio extravergine di oliva e un pizzico di sale. Insalata di legumi con tonno, cipolla e semi di sesamo: 100g di lattuga, 50g di tonno sott’olio sgocciolato, 20g di cipolla di tropea tagliata finemente, 60g di ceci cotti, 60g di fagioli borlotti cotti, un cucchiaino di semi di sesamo, un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Pasta con asparagi, fave, e pecorino. Ingredienti (per una persona): 100g di asparagi, 40g di fave fresche, un cucchiaino di pecorino grattugiato, 70g di pasta, un cucchiaio di olio extravergine di oliva, cipolla, aglio, pepe. Preparazione: sbollentare asparagi e fave, preparare un soffritto con aglio e cipolla, aggiungere asparagi e fave, sale e pepe, cuocere per 10 minuti poi frullare, riducendo in crema. Cuocere la pasta e saltare in padella con la crema di asparagi e fave. Aggiungere il pecorino alla fine.



Lo schema alimentare sopraindicato è fornito a titolo di esempio, ma si ricorda che una soluzione nutrizionale è efficace se personalizzata, quindi formulata sul singolo individuo e sulla sua condizione metabolica, stato di salute ed esigenza nutrizionale. Inoltre, ogni alimento sopraindicato è sconsigliato in caso di allergia o intolleranza specifica e patologie che ne vietino l’assunzione. E' importante tenere a mente che nessuna informazione, per quanto accurata, può sostituire il rapporto medico–paziente.